primo mobile

Il Primo Mobile realizzato da Egnazio Danti è ispirato alla costruzione di Pietro Apiano descritta nel trattato Instrumentum primi mobilis (Norimberga, 1524).

Il Primo Mobile è stato utilizzato principalmente per usi astronomici infatti permette di valutare il seno (e il coseno) di un angolo o le misure di un segmento lontano AB.

Lo strumento realizzato dal Danti è ad oggi conservato presso il Museo Galileo di Firenze (foto a destra).

 

Lo strumento del Primo Mobile di Ignazio Danti (a cura di Noemi Aldebrandi)

 

Una descrizione della costruzione geometrica, a cura di Giuliana Fatabbi e Noemi Aldebrandi, è ripostata nel seguente file:

Forniamo anche un file da stampare in formato A4, per realizzare un modello cartaceo dello strumento:

Per chi volesse invece esercitarsi con Geogebra può scaricare questi modelli (rinominandoli cambiando l'estensione in .ggb):

 

 

Dipartimento di Matematica e Informatica
Università degli Studi di Perugia
Piano Nazionale Lauree Scientifiche
Museo Galieo

Dotazione WIFI realizzata con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia